Correre a Ischia: 3 percorsi per i podisti in vacanza sull’Isola Verde

Il podista in vacanza ha sempre lo stesso problema: non perdere la condizione atletica.  Certo, molto dipende dalla durata del soggiorno, ma incidono parecchio anche “come” e “dove” ci si allena.

Se la vacanza dura 7 giorni per non andare “fuori forma” è sufficiente allenarsi bene la settimana precedente e programmare 2, al massimo 3, uscite durante la vacanza. È persino superfluo ribadire che non bisogna corricchiare nè – al contrario – allenarsi più del necessario pensando in questo modo di rimediare a qualche “sgarro” alimentare.

Ischia non è un’isola pianeggiante. Se siete abituati a correre in piano (su strada o nei grandi parchi cittadini) bisogna mettere in conto che la più grande delle isole del Golfo di Napoli non offre niente di simile. I numerosi strappi in salita rischiano di essere controproducenti in vista delle “gare della domenica” che vi aspettano al rientro a casa e diventa perciò fondamentale sapere dove è meglio correre sull’isola.

Abbiamo scelto tre percorsi che, al limite, si adattano a lavori specifici (progressivi, ripetute brevi, ripetute lunghe ecc.) nel caso la vacanza duri più di una settimana e ci sia bisogno di diversificare le sedute di allenamento.

1. Pineta degli Atleti (comune di Ischia). La pineta con ingresso da via Michele Mazzella è quanto di più vicino c’è a un circuito interno (tranne un tratto su strada). Perciò è sicuramente preferibile rispetto ad altri percorsi che “promettono” – a chi non li conosce – di essere lineari e poi riservano curve e strappi improvvisi. Il circuito della Pineta degli Atleti è l’ideale per il classico 10.000 mt. in progressione, o anche per le ripetute sui 1000 mt.

2. Lungomare Lacco Ameno-Casamicciola. Su strada, è il percorso più pianeggiante che c’è (leggero falsopiano in salita) senza considerare, ovviamente, la salita che porta in cima alla collina del Castiglione, confine amministrativo tra Casamicciola Terme e Ischia (comune). Circa 3 km da correre su un ampio marciapiede al riparo dal traffico di auto e scooter di una delle arterie più trafficate dell’isola. La litoranea che collega i due comuni a nord dell’isola d’Ischia è l’ideale per ripetute sui 400 mt. ( o 500 mt.) con recupero attivo.

3. Lungomare Giovanni Mazzella a Forio. Dalla spiaggia di Citara fino a quella di San Francesco di Paola sono circa 5 km che, ripetuti due volte, fanno la distanza classica dei 10.000 mt. Ci sono diversi falsipiani e due salite molto impegnative da affrontare. La prima, salendo da Citara verso Forio. La seconda, a ritorno da San Francesco, più o meno all’altezza del “Becco dell’Aquila”, grosso masso tufaceo ben visibile al centro della carreggiata. Naturalmente niente impedisce di escludere dal percorso le due salite più impegnative che però tornano utili nel caso il vostro programma di allenamento preveda ripetute in salita (10 x 100 mt) più jogging.

Da qualche anno il lungomare di Forio è palcoscenico dell’Ischia Sunset Triathlon, gara di triathlon sprint (750 mt nuoto + 20 km bicicletta + 5 km corsa) valevole per il campionato regionale della disciplina. La manifestazione si tiene a cavallo dei mesi di maggio e giugno e richiama ogni anno sempre più atleti provenienti da ogni angolo della Campania. Ma non è finita, perchè il 31 dicembre, ultimo giorno dell’anno, sul lungomare più bello dell’isola d’Ischia si disputa “Forio in corsa” gara amatoriale sulla distanza di 9 km che, seppur non inserita nel circuito FIDAL richiama da anni sempre più podisti, stavolta provenienti da tutta la penisola, per la concomitanza “sfiziosa” con il Capodanno a Ischia.

Insomma, Ischia è un’isola per podisti. Basta “prendere le misure” al territorio e scegliere i percorsi adatti per i vostri allenamenti.

Se invece state pensando a un weekend in bicicletta sull’isola d’Ischia leggi qui

Correre a Ischia

Author: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *