Escursione marittima dell’isola d’Ischia

Uno dei modi migliori per conoscere Ischia è il giro dell’isola in motonave. Si parte dal porto di Ischia (comune) e ci si ferma a Casamicciola, Lacco Ameno e Forio per consentire ad altri passeggeri di unirsi all’escursione durante il tragitto.

Dopo Forio, la nave fa sosta un’ora nell’esclusivo borgo di Sant’Angelo (Serrara Fontana), e poi riparte per la costa sud-orientale dell’isola, e da lì nuovamente alla volta di Ischia, Casamicciola, Lacco Ameno e Forio per dare modo ai turisti di scendere là dove si erano imbarcati.

Tre ore circa di navigazione, durante le quali è possibile ammirare la straordinaria varietà del paesaggio costiero dell’isola più grande del Golfo di Napoli. Quello che balza immediatamente agli occhi è la diversità dell’andamento costiero: più bassa e relativamente uniforme la costa nord; più alto e decisamente frastagliato il versante meridionale.

Ed è probabilmente quest’ultimo lato di costa (grosso modo da Panza, nel comune di Forio, fino alla baia di San Pancrazio, nel comune di Ischia) quello più interessante anche dal punto di vista turistico, per via delle numerose insenature che si susseguono l’una dietro l’altra.

La Scannella, la Pelara, Sorgeto, Sant’Angelo, la Sgarrupata, San Pancrazio: è difficile trovare in quella che pur sempre è una piccola isola così tante baie lontane dai “soliti” giri. Da non perdere anche le grotte e gli anfratti che si incontrano lungo il tragitto.

Alcune, come lo “Scoglio della Nave” e la “Grotta del Mago” al centro di miti e leggende che testimoniano la millenaria storia di Ischia; altre, come il “Piede di Maradona” e lo “Scoglio dell’Elefante” nient’altro che bizzarre sculture naturali frutto dell’inarrestabile forza erosiva del mare.

Insomma, il giro dell’isola via mare è di sicuro nella lista delle cose da fare una volta sbarcati a Ischia, soprattutto se il tempo a disposizione è poco e non c’è modo di visitare una per una le insenature che si incontrano durante l’escursione.

Diverse le società che effettuano il servizio con la possibilità ulteriore, nei mesi estivi, di sostare per il bagno e/o pranzare a bordo. Nei porti, non mancano le indicazioni con gli orari, le tratte, i percorsi e i prezzi di ciascuna compagnia.

Autore: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *