Escursioni a Ischia: il sentiero di Montevico

Spesso le località turistiche restano prigioniere delle loro immagini da cartolina. Un po’ come certi attori che, nonostante diverse interpretazioni all’attivo, vengono identificati per sempre con quel film e quella specifica parte.

È in virtù di questo meccanismo, per esempio, che si identifica Sant’Angelo con la sola piazzetta, trascurando tutta la parte alta della Madonnella. O, allo stesso modo, Ischia Ponte col piazzale aragonese e l’istmo che porta al castello, tralasciando le chiese, i vicoli e la stupenda via Soronzano.

Succede così anche con Lacco Ameno. Una volta visti il Fungo, la chiesa di Santa Restituta, la spiaggia di San Montano (e forse la Coppa di Nestore) si tende a credere che sia finita lì. Sbagliato. Anche nel caso del comune più piccolo dell’isola d’Ischia c’è tanto altro da vedere e approfondire.

Un esempio su tutti: il bellissimo sentiero che corre di fianco il cimitero comunale. Siamo sulla collina di Montevico che, ricordiamo, fu il primo insediamento abitativo della colonia di Pithecusa. In pratica il luogo dove è cominciata la storia dell’isola d’Ischia.

Questo sentiero affaccia sulla minuscola e riparata spiaggia delle Monache e, proprio come quest’ultima, è un’oasi naturalistica da preservare dalle ingiurie del tempo e degli uomini. Questo l’obiettivo che da anni persegue l’associazione Anusia costituitasi proprio con lo scopo di trasformare quest’area in un parco ricreativo.

Che significa? Significa panchine, cestini per i rifiuti, verde curato ma soprattutto la possibilità di fare lezioni ambientali, praticare yoga, sport all’aperto e perché no concedersi un pic nic con amici e parenti. Per raggiungere questo scopo l’associazione nel tempo ha partecipato a diversi bandi, pubblici e privati, con al centro il recupero di aree dismesse.

La svolta è arrivata a fine 2017 con un finanziamento di oltre 100.000 euro da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del progetto “Bellezza@-Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati”. Dunque, grazie all’impegno e alla tenacia di un gruppo di volontari, il sentiero di Montevico vivrà, in tempi ragionevoli, una fase di rinascita turistica e culturale.

Un dato di cui rallegrarsi per il comune di Lacco Ameno e per l’intera isola d’Ischia. Un altro bellissimo capitolo, infatti, sta per aggiungersi al libro “infinito” dell’isola più grande del Golfo di Napoli.

Ischia Ti aspetta!
Stai pensando di venire?
Allora confronta online le migliori offerte di Hotel a Ischia con Pronto Ischia e prenota quando vuoi, con loro la cancellazione è gratuita.

Author: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *