Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna

La “Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna” è l’evento più sentito sull’isola d’Ischia. Capace, addirittura, di mobilitare numerosi turisti italiani e stranieri che scelgono l’isola più grande del Golfo di Napoli apposta per assistere allo spettacolo delle “barche addobbate” nello specchio di mare davanti il Castello Aragonese.

Trae origine da un’antica consuetudine dei pescatori di Ischia Ponte che ogni anno, il 26 luglio, si recavano in barca presso una cappella intitolata alla madre della Madonna per invocare protezione per se e le rispettive famiglie. Ancora di più se in arrivo c’erano figli, nel qual caso l’invocazione di Sant’Anna, protettrice delle partorienti, diveniva imprescindibile per il buon esito della gravidanza.

Di ritorno dal pellegrinaggio nella vicina baia di Cartaromana, mentre a bordo si consumavano dei pasti frugali, sulle colline tutto attorno la baia venivano appiccati dei falò per salutare il corteo che in pochi minuti sarebbe rientrato a Ischia Ponte e alla Mandra, consentendo così ai pescatori di riprendere il largo “alla conquista di perchie e pint’ ‘e rrè”.

Da questa tradizione, in cui sono evidenti i richiami ad antichi riti pagani (su cui poi è stata sovrapposta la riccorrenza religiosa), si è passati, negli anni, alla festa nella sua configurazione attuale. Dapprima, introducendo la competizione tra le barche meglio addobbate per l’occasione; poi, un’edizione dopo l’altra, “complicando” sempre di più gli allestimenti scenografici; infine, sostituendo i falò con l’incendio simulato del Castello Aragonese.

I temi raccontati dalle barche hanno a che fare con le mille sfaccettature della cultura materiale dell’isola d’Ischia con la possibilità, però, nel giorno della festa, “di trasformare visioni, fantasie e comportamenti  in altrettante realtà possibili” – secondo l’efficace definizione di uno dei più autorevoli storici della Festa di Sant’Anna, il prof. Andrea Di Massa.

L’appuntamento con la ” Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna” è allora per il 26 luglio sul far della sera. Chi può, in linea con lo spirito della ricorrenza, assiste da mare alla sfilata delle barche coinvolte nella competizione. Sennò tocca prendere posto sul piazzale antistante il Castello Aragonese a Ischia Ponte.

Magia dell’isola d’Ischia!!!

Autore: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *