La passeggiata da Serrara a Sant’Angelo

Ci sono posti che spiegano meglio di tante parole natura, storia e cultura di un territorio. Via Andrea Mattera, la Strada provinciale che comincia di fronte la Chiesa Santa Maria del Carmine sul belvedere di Serrara, è uno di questi.

Da un punto di vista geologico è uno dei tanti alvei naturali che solcano il versante sud dell’isola d’Ischia; da un punto di vista architettonico, invece, è quasi un compendio perfetto dell’evoluzione dello stile mediterraneo con il passaggio, qui molto più graduale che in altre parti dell’isola, dalle antiche abitazioni rurali ischitane alle eleganti ville della parte alta di Sant’Angelo.

In mezzo, numerose tracce del “paesaggio del vino ischitano: dai cellai scavati nel tufo, ai terrazzamenti coltivati a vite con una magnifica vista mare e lo sfondo, onnipresente, della “Torre di Sant’Angelo”, l’isolotto tufaceo che sorge imponente davanti la piazzetta di questo antico borgo di pescatori.

Via Andrea Mattera conduce anche alla spiaggia dei Maronti, passando per Cavascura. Questo secondo sentiero è però più ripido rispetto a quello che porta a Sant’Angelo, che invece è lastricato da ampi gradoni realizzati dalla Provincia di Napoli.

Notizie utili

Inizio Percorso Belvedere di Serrara – Via Andrea Mattera, Strada provinciale num.480
Dislivello ca. 400m
Percorrenza ca. 2h
Difficoltà* T (turistica)
Fine percorso Spiaggia dei Maronti/Sant’Angelo

*In salita le difficoltà sono ovviamente maggiori. In ogni caso evitare le ore più calde della giornata; indossare un abbigliamento adatto e dotarsi di una scorta d’acqua per idratarsi durante il tragitto.

Autore: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *