La ricetta della Zingara perfetta

Si fa presto a dire di aver mangiato la vera “Zingara”. Il panino simbolo dell’isola d’Ischia, secondo, per fama, solo al mitico coniglio all”ischitana, non è difficile da preparare a patto, però, di attenersi scrupolosamente ad alcune regole ben precise.

La prima – probabilmente la più importante di tutte -, è non utilizzare il pane appena sfornato. Se avete intenzione di preparare le zingare per cena, va bene il pane cafone comprato al mattino, o anche quello del giorno prima. L'”optimus” è chiaramente il pane di Boccia, lo storico panificio di Ischia Ponte con cui è nata la ricetta alla fine degli anni ’70; però, va da sé, questa è un’esclusiva riservata ai soli ischitani e perciò da prendere in considerazione fino a un certo punto. Il pane, dicevamo, deve essere vecchio di 12, massimo 24 ore, per due ragioni: per evitare che il coltello si attacchi alla mollica mentre si tagliano le fette di pane; e soprattutto per evitare che il tovagliolo si attacchi al panino al momento di portarlo a tavola.

Altra accortenza è lo spessore delle fette di pane che deve essere di 1,5 massimo 2 centimetri. Nè doppie nè fine, quindi, e il motivo, facilmente intuibile, è far stare gli ingredienti dentro le 2 fette di pane, specie in padella (o sulla piastra).

La terza regola – o meglio, deroga -, riguarda la lattuga. I puristi della zingara non la mettono, però è prassi diffusa mettere una foglia di lattuga subito dopo la mayonese.

Quarta regola, la mozzarella non deve essere acquosa, sennò meglio il fior di latte; quinta e ultima, per favorire la diffusione del calore, coprire la padella con un coperchio al momento di cuocere la zingara, fermo restando che le fette di pane vanno girate e piastrate di tanto in tanto. Se non avete una spatola per alimenti per piastrare le zingare, potete fare pressione con una padella più piccola, badando naturalmente a non scottarvi.

Di seguito, la tabella con gli ingredienti e il procedimento.

Ingredienti

2 fette di pane cafone intere, spesse 1,5/2 cm; pomodoro per l’insalata;
mayonese; prosciutto crudo;
lattuga; fior di latte o mozzarella;

Procedimento
(1) Spalmare la mayonese su entrambe le fette di pane; (2) aggiungere una o due foglie di lattuga; (3) pomodoro per l’insalata tagliato a fette sottili; (4) prosciutto crudo di qualità – San Daniele o Parma; (5) fior di latte o mozzarella – non troppo acquosa altrimenti il pane si spugna; (6) chiudere le fette e piastrarle in padella, badando a non bruciare il pane.

Buon appetito da Ischia!

Author: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *