Andar per sentieri sull’isola d’Ischia

Il sentiero dell’Allume; la piccola selva dei Frassitelli e il bosco della Falanga; la vetta del Monte Epomeo; i pendii di Buceto, Candiano e Buttavento; senza dimenticare, naturalmente, i sentieri di “casa“: i due, attigui, del Monte di Panza e della Pelara e il sentiero della Bocca di Tifeo, al termine della piana di Montecorvo.

Insomma, in primavera sull’isola d’Ischia è tempo di “Andar per sentieri”, stupenda iniziativa organizzata dall’attivissima Pro Loco di Panza in collaborazione con la sottosezione CAI Isola d’Ischia e altre realtà associative da anni presenti sul territorio. Un’intera settimana dedicata alle tante escursioni che è possibile fare sull'”Isola Verde“; soprattutto, un’occasione importante per conoscere la grande natura di Ischia in compagnia di esperte guide locali.

Non solo, perchè oltre al dato naturalistico, i sentieri di Ischia raccontano molto anche della storia dell’isola; in particolare, dello straordinaria abnegazione delle antiche maestranze agricole, capaci di strappare suolo coltivabile a una natura difficile e impervia, ancorché generosa di frutti.

Il bosco della Falanga, in questo senso, è un enorme museo a cielo aperto, tra ricoveri di fortuna, palmenti per la pigiatura dell’uva (segno che un tempo la coltivazione della vite si spingeva ben oltre i 500 metri s.l.m.) fino alle caratteristiche “fosse della neve“: profonde buche, rivestite con la pietra di tufo verde locale, dove venivano ammassate la grandine e la neve cadute durante l’inverno. Le buche venivano poi coperte con tronchi di castagno e abbondante fogliame, in modo da consentire la successiva trasformazione della neve in ghiaccio; quest’ultimo assai utile nei mesi estivi.

Andar per sentieri, però, non è solo trekking. La gastronomia locale è l’altro “ingrediente” di quest’evento del maggio ischitano (18-24 maggio), “gemello” del più famoso “Andar per Cantine”, itinerario storico-culturale della seconda metà di settembre. Segnaliamo, a riguardo, l’escursione che dai Frassitelli (Serrara Fontana) termina in località Fango (Lacco Ameno). Al termine di quest’escursione, infatti, un bel pranzo attende i partecipanti nella bellissima “Tenuta Crateca” della famiglia Castagna. Il giusto modo di concludere quella che, probabilmente, è la più bella delle passeggiate in calendario (vd. scheda tecnica).

Scheda tecnica Frassitelli – Crateca

Durata ca. 4 h
Difficoltà E/EE
Dislivello salita e discesa 100 m/500 m
Quota massima 600 m
Sviluppo del percorso 7 Km
Partenza e arrivo Serrara, Frassitelli, Falanga, Pizzone, Crateca
Equipaggiamento scarpe ed abbigliamento da trekking, acqua

Per maggiori info: www.prolocopanzaischia.it
Tel.:+39 081 908436 | +39 3496125250

Author: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *