Escursioni a Ischia: Via Giorgio Corafà

San Giorgio, George Berkeley e Giorgio Corafà. La vita civile, politica e religiosa di Testaccio, frazione del comune di Barano, “gira” attorno tre protagonisti con lo stesso nome. San Giorgio è il patrono del casale, mentre gli altri due, Berkeley e Corafà, ne sono stati ospiti illustri, entrambi “clienti” del famoso sudatorio di Testaccio, stufa di vapore dalle proprietà benefiche molto frequentata nel XVIII e XIX secolo.

LEGGI ANCHE: Testaccio, antico borgo dell’isola d’Ischia

George Berkeley, insieme a David Hume e John Locke, è stato uno dei padri dell’empirismo inglese, corrente di pensiero che ha contribuito in maniera decisiva alla storia della filosofia. Giorgio Corafà, invece, era un generale e viceré del regno borbonico delle Due Sicilie che trascorse gli ultimi anni della sua vita proprio nella frazione. A lui si deve la costruzione della strada omonima che collega Testaccio con la Marina dei Maronti.

Per circa duecento anni, prima che negli anni ’60 del secolo scorso venisse realizzata la strada provinciale, Via Giorgio Corafà è stata l’unico collegamento tra il borgo e la spiaggia. Per questo, in seguito, venne ribattezzata “Via del Commercio” a sottolineare l’andirivieni di persone e traffici tra il Testaccio e l’arenile più grande di Ischia, circa tre chilometri di spiaggia che da Barano “sconfina” nel borgo di Sant’Angelo.

In realtà, il generale borbonico fece costruire la strada per raggiungere più agevolmente la sorgente dell’Olmitello che sgorga alle spalle del lido dei Maronti. Un motivo utilitaristico, dunque, di cui tuttavia beneficiò l’intera cittadinanza, ben oltre la morte del generale venuto da Palermo.

La strada, tutta lastricata, è oggi frequentata dagli appassionati di trekking che, da diversi anni a questa parte, scelgono Ischia oltre che per il mare e le terme anche per le numerose escursioni che è possibile fare sul territorio. Solo nel comune di Barano ce ne sono diverse, tra cui il vicino sentiero di Monte Cotto. Poco distanti da Via Giorgio Corafà, anche le passeggiate di Via Andrea Mattera e Via Iesca.

LEGGI ANCHE: Escursioni a Ischia: Via Iesca

Pur facendo parte del comune di Serrara Fontana esse rappresentano altre due tappe di un medesimo circuito che ha come terminale la spiaggia dei Maronti. Insomma, natura storia e cultura. Chi viene in vacanza a Ischia ha di che sbizzarirsi tra sentieri poco battuti, aneddoti, curiosità e la grande bellezza dell’isola più grande del Golfo di Napoli. Vi aspettiamo!

Author: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *