La castagna, regina dell’autunno a Ischia

Frutto verde e spinoso e buccia bruna, con tonalità che vanno dal marrone scuro al rosso intenso. Di che stiamo parlando? Della castagna, insieme a funghi e zucca regina indiscussa dell’autunno a Ischia. I boschi dell’isola ne sono pieni a partire, ovviamente, dalla Falanga, sei ettari di castagneto a oltre 500 metri sul livello del mare.

La selva si estende per tre quarti nel comune di Forio e per una parte in quello di Serrara Fontana da cui vi si accede passando per i Frassitelli, piccola selva di acacie che regala una meravigliosa vista della costa sud-occidentale dell’isola d’Ischia.

Leggi anche: La Falanga

Oltre alla Falanga, c’è la parte alta del bosco della Maddalena dove la pineta cede il passo a lecci e castagni, e ci sono il Monte Trippodi, Piano San Paolo e buona parte della fascia pedemontana dei comuni di Lacco Ameno e Casamicciola Terme, seguendo l’antico sentiero dell’Allume. Insomma, le castagne sono ovunque e già dai primi di ottobre se ne può fare incetta.

Una volta erano un ingrediente fondamentale nella dieta dei contadini ischitani che preferivano mangiarle lesse, magari aromatizzate con l’alloro, altra pianta da sempre presente negli orti e giardini dell’isola d’Ischia. Oggi, per fortuna, non è più così ma la passione per le castagne è rimasta intatta, compresa l’abitudine a lessarle invece che farle arrosto (la buccia, in quelle ischitane, non si stacca facilmente).

Perciò, se state pensando a Ischia per una fuga d’autunno, occhio alle castagne, ai funghi porcini, alla zucca e al vino novello, senza dimenticare lampughe, calamari e il resto del pescato di stagione. La cucina ischitana conserva un profondo rispetto della stagionalità dei prodotti, regalando piatti che spiccano per genuinità e semplicità. Provare per credere!

Leggi anche: Fagioli zampognari, tipicità ischitana

Ischia Vi aspetta!

Autore: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *