Ischia a marzo: le cose da fare

Marzo, si sa, è un mese di transizione. L’inverno non è ancora andato via del tutto, mentre la primavera fa capolino ogni giorno di più. Talvolta, le condizioni atmosferiche cambiano più volte nel corso della stessa giornata, con alternanza di pioggia e sole, vento e tepore primaverile. Va detto che a Ischia questa variabilità è attenuata, almeno dal punto di vista climatico. L’inverno sull’isola è piuttosto mite, e quindi non c’è una grande escursione termica. Anzi, già solo l’annuncio della primavera è spettacolare. Le giornate si allungano e, soprattutto, la vegetazione diventa ancora più lussureggiante di quanto normalmente sia già. Insomma, regalarsi un weekend a marzo a Ischia non è affatto una cattiva idea. Di seguito vediamo più approfonditamente le opportunità che l’isola regala in questo mese.

Festa della Donna
Intanto si fa presto a dire marzo senza specificare il periodo. Una prima “finestra” per un soggiorno sull’isola è in concomitanza con la Festa della Donna. Del resto, cosa c’è di meglio delle coccole di una spa per festeggiare la ricorrenza insieme a qualche amica o, perché no, del proprio partner? Noi l’abbiamo detto, ora tocca a te!

Terme
Il punto appena toccato ci consente di allargare il discorso sul tipo di vacanza (e di albergo) da privilegiare. Se da un lato, infatti, è vero che Ischia è un’isola che offre diverse possibilità di svago, dall’altro non si può non tener conto del periodo dell’anno in cui si decide di venire. È abbastanza ovvio, perciò, che a marzo siano le terme a dovere avere la precedenza. Le terme intese sia come wellness (massaggi, sauna, bagno turco ecc.) che in senso più tradizionale come ciclo di cure. Da considerare, inoltre, c’è la variabilità metereologica cui abbiamo fatto riferimento all’inizio. Perciò scegliere un hotel che abbia almeno una piscina interna è indispensabile per avere un’alternativa in caso di pioggia.

Cosa fare se piove
C’è una nota filastrocca che recita: “Marzo pazzerello, guarda il sole e prendi l’ombrello“. Perciò meglio avere un piano “b” o anche più di uno uno. Dallo shopping, alle chiese, ai musei fino al Castello aragonese Ischia offre diverse alternative in caso di pioggia. Approfittane!

Trekking
Se decidi di venire in vacanza a marzo a Ischia farai bene a mettere in valigia anche abbigliamento tecnico e scarpe da trekking. Gli itinerari escursionistici sono davvero tanti, molti più di quelli che ci si aspetterebbe di trovare su un’isola di appena 46 chilometri quadrati. Non solo, perché nella maggior parte dei casi i sentieri ischitani non presentano grosse difficoltà. Occorre solo essere in buone condizioni fisiche (e indossare l’abbigliamento adatto) per essere ripagati da paesaggi e panorami meravigliosi.

Per saperne di più
Weekend escursionistico sull’isola d’Ischia
Natura spettacolo: le 5 escursioni più belle da fare a Ischia

Gita fuori porta
Last but not least Napoli e Procida. Già perché “vacanza a Ischia” significa “vacanza nel Golfo di Napoli”, e quindi sarebbe un peccato non approfittarne per andare alla scoperta dei mille tesori del centro storico partenopeo o della suggestiva Procida. Da Pasqua in poi vengono attivati pure i collegamenti marittimi con Capri e Sorrento, mentre a marzo bisogna per forza di cose limitare (si fa per dire) la scelta alle due località su menzionate. In ogni caso siamo al top sotto tutti i punti di vista: storico, paesaggistico e gastronomico. Non te ne pentirai!

Stai pensando di venire?
Allora confronta online le migliori offerte di Hotel a Ischia con Pronto Ischia e prenota quando vuoi, con loro la cancellazione è gratuita.

Author: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *