San Ciro al Ciglio: la chiesa in pietra verde dell’isola d’Ischia

Sull’isola d’Ischia ci sono più di 60 chiese. Basta questo dato, da solo, a spiegare quanto sia radicata la fede cattolica sul territorio. Tra queste, menzione speciale per la chiesa di San Ciro al Ciglio poichè, oltre a testimoniare la devozione di questo piccolo borgo di strada per il belvedere di Serrara, svela anche il rapporto profondo che l’isola, specie il versante sud-occidentale, ha con il tufo verde del Monte Epomeo.

LEGGI ANCHE: Il tufo verde del Monte Epomeo

Infatti, al pari di alcune case presenti nella frazione, anche la chiesa di San Ciro fu costruita con questa pietra particolare di colore grigio-verde. Correva l’anno 1661 e tale rimase il suo aspetto fino al terribile terremoto del 1883 (epicentro Casamicciola) che obbligò al restauro della chiesa con il parziale abbandono del suo originario rivestimento. Si arriva così al 2011, per la precisione a settembre, mese in cui sono terminati i “nuovi” lavori di ristrutturazione che hanno restituito alla piccola comunità cigliese la loro grande chiesa.

Grande perchè non si può fare a meno di visitarla
, ben visibile, sulla strada provinciale che da Panza sale a Serrara Fontana. A fianco, c’è Borgo Pedicuozzo, nient’altro che una piccola strada di campagna in cui le proprietà e gli appezzamenti di terreno sono delimitati dalle “parracine”,  caratteristici muri a secco definiti da più parti lo “scheletro” dell’isola d’Ischia.  All’interno, due altari, una pregevole tela dell’Assunta e tre statue settecentesche di San Ciro, San Giacomo e dell’Assunta (a cui era originariamente dedicata la chiesa).

LEGGI ANCHE: Le parracine ischitane

Perciò, se decidete di venire in vacanza sull’isola d’Ischia segnatevi la chiesa di San Ciro al Ciglio: per molto tempo “fuori dal giro”, l’edificio, negli ultimi anni, ha assunto nuova visibilità sicuramente grazie alla ristrutturazione, ma anche alla novità di un evento come “Andar per cantine” che premia soprattutto il versante meridionale dell’isola, quello più in alto sul livello del mare. Magia dell’isola d’Ischia!

LEGGI ANCHE: Andar per cantine sull’isola d’Ischia

Autore: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *