Offerte Capodanno Hotel Ischia

Alla scoperta dei musei di Forio

Ci sono perlomeno 3 modi di conoscere il centro storico di Forio: uno è andare a spasso per i cosidetti vicoli saraceni; l’altro è seguire il “filo d’arianna” delle chiese; infine i musei, tre autentici gioiellini a poche decine di metri l’uno dall’altro. Stiamo parlando del Museo di Santa Maria di Loreto, del Museo del Soccorso e del Torrione. Visitare questi tre spazi museali è esercizio indispensabile per chi è realmente intenzionato ad approfondire il genius loci di Forio e dell’isola d’Ischia. Un’operazione non sempre fattibile, almeno per i primi due (tranne le festività natalizie e pasquali), mentre il Museo Civico del Torrione, sia pure con orari diversi a seconda del periodo, è aperto tutto l’anno. Vediamoli sinteticamente tutti e tre.


Museo di Santa Maria di Loreto

Inaugurato nel 2012, questo museo occupa le stanze dove per oltre 400 anni l’Arciconfraternita di Santa Maria di Loreto ha tenuto in piedi un proprio presidio medico, da un certo punto in poi anche con funzioni di prima assistenza e pronto soccorso. E già, perché, per chi non lo sapesse, le congreghe hanno giocato un ruolo decisivo nella vita della comunità, garantendo per secoli assistenza materiale e spirituale alla cittadinanza. Venuta meno questa funzione di conforto, l’Arciconfraternita di Santa Maria di Loreto ha deciso di esporre quadri, sculture, manoscritti, stoli, manipole, borse e tutti quanti gli oggetti di culto accumulati all’incirca dal XIV al XIX secolo.
È possibile visitare il Museo dalle 16:30 alle 21:00 rivolgendosi al responsabile, reperibile nella sacrestia, della Basilica omonima (fonte: Museo Diocesano Ischia).
Durante le festività natalizie, invece, il Museo di Santa Maria di Loreto è aperto dal giovedì alla domenica: mattina 09:30-12:30; pomeriggio: 16:30-19:30.
Ingresso: € 2,00.

Per saperne di più
Il Museo di Santa Maria di Loreto a Forio

Il Museo del Soccorso
Sono (relativamente) in pochi a saperlo, ma la splendida chiesa del Soccorso ospita un museo molto interessante sia da un punto di vista antropologico che devozionale. Uno spazio museale allestito quasi interamente di ex voto con quadri, ancore, velieri e altri reperti su cui molto spesso sono incise le iniziali P.G.R. e V.F.G.R. che stanno rispettivamente per “Per Grazia Ricevuta” e “Voto Fatto Grazia Ricevuta”. Testimonianze, dicevamo, molto interessanti poiché rivelatrici di una fede popolare in cui l’intercessione mariana (con la Madonna Del Soccorso) è richiesta per episodi legati alla quotidianità e alle difficoltà della vita.
Il Museo del Soccorso è aperto il sabato e la domenica durante le festività natalizie coi seguenti orari: 10:00-13:00 / 15:00-17:30.

Per saperne di più
Il Museo del Soccorso a Forio

Museo Civico del Torrione
Il Torrione non ha bisogno di presentazioni. È la più antica e importante delle torri saracene di Forio nonché – a pari merito col Soccorso – la cartolina più famosa del territorio. Dagli anni ’50 del secolo scorso la struttura è adibita a Museo Civico cittadino. Al secondo piano è ospitata una permanente dell’artista locale Giovanni Maltese mentre il primo piano ospita mostre temporanee (personali e collettive), serate musicali e incontri culturali.  Abbiamo già ricordato in apertura che la struttura rimane aperta tutto l’anno. Sotto, la tabella con gli orari:

Indirizzo Via del Torrione 32 – 80075 Forio
Telefono (+39) 349 911 2360
Email info@iltorrioneforio.it
Ingresso € 2.00
Orario d’apertura
Mar – Dom: 10:00 – 12:45, 19:00 – 22:45 (1 apr-31 ott)
Mar – Dom: 09:30 – 12:30, 17:00 – 20:00 (1 nov-31 mar)
Chiusura Lunedì


Per saperne di più

Il Torrione di Forio

Insomma, quando si dice che Forio è un comune culturalmente ricco è a questi musei che si fa riferimento. A questi, e a un altro museo, pure questo visitabile solo in occasione delle festività natalizie e pasquali. Stiamo parlando della sacrestia dell’Arciconfraternita Santa Maria di Visitapoveri dove sono custodite le statue lignee portate a spalla durante la tradizionale Corsa dell’Angelo.

Magia dell’isola d’Ischia!

Author: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *