Escursioni a Ischia: trekking al tramonto sul Monte Epomeo

Non solo mare. La straordinaria versatilità ambientale dell’isola d’Ischia si sta rivelando una formidabile opportunità anche in ambito turistico. Certo, nei mesi estivi Ischia resta soprattutto una località balneare, e però cominciano a farsi decisamente spazio anche altre attività e occasioni di svago.

Una di queste è l’escursionismo. Considerando che ci troviamo dinanzi a un territorio di appena 46 chilometri quadrati di superficie, gli itinerari escursionistici dell’isola d’Ischia sono davvero tanti; molti di più rispetto ad altre località maggiori per estensione. E, come non bastasse, il clima mite favorisce la pratica del trekking in qualsiasi periodo dell’anno.

Magari, durante il periodo estivo occorre evitare le ore più calde della giornata, ma c’è una valida alternativa: il trekking al tramonto. Grazie ai ragazzi dell'”Associazione Nemo – per la diffusione della cultura del mare”, il trekking al tramonto sulla cresta dell’isola sta diventando un appuntamento imperdibile delle estati ischitane.

Piccolo inciso: non fatevi ingannare dal nome dell’associazione. L’Epomeo è l’esito di un millenario processo di innalzamento di materiale piroclastico noto come “risorgenza calderica”. In pratica, a creare il monte sarebbe stata la spinta verticale di una camera magmatica sottomarina, e perciò non c’è contraddizione nel fatto che a portarvi alla scoperta del gigante buono dell’isola d’Ischia sia un gruppo di guide ambientali con la passione per il mare. Mare che, secondo la tesi più accreditata in ambito geologico, sarebbe anche la spiegazione del colore grigio-verde del tufo locale, a conferma che la “doppia anima” (di terra e di mare) dell’isola d’Ischia non è un’abusata espressione turistica ma il connubio che ne spiega l’origine e la storia geologica.

Venendo all’escursione, si parte da Via Nuova Falanga, strada provinciale della frazione di Serrara e si prosegue per alcuni dei luoghi più belli dell’isola d’Ischia: il piccolo bosco di robinie dei Frassitelli; l’antica cisterna della Pietra dell’Acqua, Punta San Nicola e poi a scendere fino a Fontana, l’altra delle due frazioni che compone il comune omonimo (Serrara Fontana).

Quanto all’equipaggiamento sono indspensabili abbigliamento a strati, scarpe da trekking, acqua e una torcia (meglio ancora una luce frontale). Chi può, naturalmente, farà bene a portarsi dietro anche una reflex per immortalare lo spettacolare tramonto dalla vetta del Monte Epomeo, magari col sole che scompare dietro la piccola Ventotene.

Tabella riepilogativa escursione Tramonto al Monte Epomeo

Dislivello in salita 300 m
Dislivello in discesa 260 m
Durata 4 ore
Difficoltà Escursionistica
Sviluppo del percorso 6,5 km
Acqua non sono presenti fontane o sorgenti lungo il percorso
Attrezzatura necessaria scarpe da trekking e indumenti a strati tecnici

Per maggiori info: www.nemoischia.it

Autore: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *