Cosa fare a Ischia in autunno

L’appropinquarsi dell’autunno sull’isola d’Ischia è più graduale rispetto a un normale cambio di stagione. Infatti, se non fosse per le giornate più corte quasi non ci accorgeremmo che l’isola ha voltato le spalle all’estate.

Più che di clima, quindi, è questione di ritmi: quelli lavorativi, che si fanno decisamente meno vorticosi per gli isolani ancora impegnati negli hotel, nei ristoranti, nei negozi eccetera; e quelli turistici per chi sceglie di venire in vacanza a Ischia a ottobre, novembre e dicembre.

In quest’ultimo caso i vantaggi sono molteplici: in primis, diversamente dall’alta stagione, è più facile trovare strutture alberghiere di ottimo livello a prezzi assai vantaggiosi; in secondo luogo ci si muove decisamente meglio con auto, scooter e mezzi pubblici; last but not least si può tranquillamente continuare a fare il bagno a mare, perlomeno fino a ottobre inoltrato.

Non è finita perché in autunno l’Epomeo e le altre colline dell’isola cambiano colore. Se siete amanti del foliage è questo il periodo migliore per dedicarsi alle escursioni attorno l’isola. Se ne possono fare davvero tante e, aspetto non secondario, anche dal punto di vista fotografico la fine dell’afa estiva regala paesaggi e scorci più nitidi da catturare.

Insomma c’è davvero tutto da guadagnare, anche a tavola: funghi, castagne, zucche, lampughe e calamari confermano lo stereotipo della “doppia anima” di Ischia pure nel periodo autunnale. Un’isola che continua a esser legata alle proprie radici contadine e marinare a dispetto del presente turistico.

Perciò, che aspettate: magari non avete una settimana a disposizione, ma l’ipotesi di un un weekend o un ponte autunnale a Ischia (per esempio Ognissanti o l’Immacolata) è tutt’altro che peregrina. Tra l’altro, ci si può tranquillamente allungare nella vicina Procida o, perché no, fare un salto a Spaccanapoli, nel cuore del centro storico partenopeo, senza dimenticare le chiese, i musei e i monumenti in giro per l’isola.

L’unica accortenza riguarda la scelta dell’hotel che deve avere perlomeno una piscina interna. Meglio ancora se dispone pure di terme interne e centro benessere per una completa remise en forme e per disporre di un’alternativa valida nel caso in cui le condizioni meteo limitino la mobilità all’esterno. Noi l’abbiamo detto, ora tocca a voi. Ischia vi aspetta!

Potrebbero interessare anche
Natura-spettacolo: le 5 escursioni più belle da fare a Ischia
Cosa si mangia a Ischia?
Cosa vedere a Procida

Autore: ischia.land

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *